venerdì 9 gennaio 2015

Duemila morti in Nigeria: vogliamo parlarne?

Boko Haram, il gruppo fondamentalista islamico, ha completamente distrutto una città e diversi villaggi sulle rive del Lago Ciad nel nordest della Nigeria, nel corso di un nuovo raid che ha portato all'uccisione di oltre duemila persone.

I media e i social network non ne parlano molto, perché in questi giorni l'attenzione è calamitata prepotentemente dall'attacco alla redazione di Charlie Hebdo a Parigi.

Eppure si tratta di una tragedia immane: gli estremisti «hanno completamente bruciato sedici villaggi e la città di Baga», le case sono incendiate e i cadaveri giacciono a centinaia nelle strade; Boko Haram prosegue senza pietà la sua campagna militare per creare uno Stato islamico in quelle terre.

Non dimentichiamo di sentirci "sotto shock" e di "indignarci" anche per questa strage.
E di pregare per quella popolazione crocifissa...
.

Nessun commento:

Posta un commento