lunedì 31 agosto 2015

"La mia percezione della bellezza"

Ieri si è spento Oliver Sacks, celebre neurologo inglese, professore alla New York University School of Medicine. E' stato anche autore di libri in cui ha testimoniato la sua esperienza con pazienti affetti da danni neurologici: come "L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello" e "Risvegli" (che nel ’90 divenne un film con Robin Williams e Robert De Niro, candidato a tre Oscar).

Pochi mesi fa, già malato terminale, così si esprimeva:

«...Qualche settimana fa, in campagna, lontano dalle luci della città, ho visto il cielo intero "spolverato di stelle". [...] Questo splendore celeste mi ha fatto improvvisamente capire quanto poco tempo, quanta poca vita, mi siano rimasti. La mia percezione della bellezza del paradiso, dell’eternità, era per me inseparabilmente mescolata con un senso di transitorietà — e di morte. Ho detto ai miei amici, Kate e Allen: "Mi piacerebbe vedere di nuovo un cielo come questo mentre muoio". "Ti porteremo fuori con la sedia a rotelle", mi hanno risposto...»
.
.



sabato 8 agosto 2015

Libri Liberi

Per gli appassionati di libri e di lettura, lo scrittore Bruno Vallepiano ha programmato a Roburent (suggestiva località turistica del cuneese) una mini rassegna letteraria, dal titolo "Libri Liberi". 
Il primo appuntamento è stato proprio ieri sera, 7 agosto, con il romanzo "La camera bella" di Laura Blandino.

L'autrice - scrive il curatore della rassegna - "propone un libro intenso, la storia dei tormenti dell'adolescenza che emergono in mezzo alle vicende di una famiglia e di un paese come tanti. Un libro pieno di emozioni grandi e piccole, una storia di formazione che accompagna attraverso una lettura fluida e scorrevole".

Una serata riuscitissima, oltre ogni previsione.
Un relatore eccezionale: scrittore di professione e lettore per passione, che ha saputo raccontare "La camera bella" con una vivacità e un garbo sorprendenti.
Un anfitrione accogliente: la Pro Loco di Roburent, paesino di villeggiatura che costituisce per l'autrice (insieme con i suoi dintorni) un “luogo del cuore”.
Una location di impatto: l’antica “Confraternita Sant’Antonio”, recentemente restaurata e trasformata in sala polivalente.
Un pubblico splendido: sorprendentemente numeroso e sinceramente interessato, a dimostrazione del fatto che molti turisti non mandano in vacanza né il cervello, né il cuore.

.